Ultimo Piano (o Porno Totale)

Titolo: Ultimo piano (o Porno Totale) http://www.amazon.it/Ultimo-piano-porno-totale-Francesco/dp/8868302691

Autore: Francesco D’Isa ( https://www.facebook.com/gizart )

Anno di pubblicazione: 2015

Breve descrizione:
Claude è un giovane brillante, laureato in filosofia , e ha davanti a sé un mondo ricco di possibilità.                 Nato e cresciuto in una famiglia “comune” nelle sue particolarità, dà subito prova di essere una persona speciale, scegliendo una carriera apparentemente estranea al suo background sociale e culturale. Nel suo modo brillante ed originale si fa largo nell’industria pornografica, è un regista originale ed enigmatico, tanto da raggiungere i piani alti di un grattacielo molto speciale.
Claude è una giovane intraprendente, decisa e bellissima, ha la bellezza naturale di chi si trova a suo agio in qualsiasi situazione, anche lei viene da una famiglia “comune”, è la sorella di Claude; e anche lei si fa largo nel mondo del porno, come attrice. L’incontro dei due fratelli scatenerà una lotta di seduzione e potere che potrà avere ripercussioni globali, il leggendario effetto farfalla, con un finale incerto.

UP_coverbassa

Recensione:
Francesco d’Isa torna nel nostro blog, e lo fa con stile. Devo dire che ho apprezzato moltissimo “Ultimo piano”, un racconto pittoresco e intimo, a tratti grottesco; ha evocato in me il sapore de “Il maestro e margherita” nelle sue caratterizzazioni, in particolare quella del narratore, che ho trovato affascinante ed originale. Anche i “due Claude” mi sono piaciuti moltissimo, lui, con le sue debolezze, le sue manie, la sua visione del desiderio e la sua missione. Lei, con la sua forza selvatica, mai sottomessa, nonostante l’immagine dei media e la sua professione. Personaggi dinamici e a tutto tondo, vivi tra le pagine. Tuttavia, l’aspetto narrativo che ho apprezzato di più è decisamente il sistema chiuso e fantastico del palazzo, un palazzo gerarchico e castale, specchio della società moderna, voluta o no, la metafora sessuale della gerarchia sociale è inevitabile e a mio avviso godibile.
La sfera sessuale, spesso accennata vista l’ambientazione, non è mai volgare, non è un “trucchetto narrativo” volto ad attrarre il lettore/compratore, ma è di classe e mai fuori luogo, cosa eccezionale e apprezzabile, poiché la trama non è delle più pulite ed austere per uno scrittore. Questo libro è la prova che si sentirà sempre più parlare di questo giovane e promettente scrittore italiano.
Ricco di personaggi attraenti e bizzarri, una missione seducente e terribile, “Ultimo piano” è decisamente un libro da tenere sul comodino, o, se vi sentite pudici, almeno nella libreria di casa.

Giudizio: 8

Precedente Fabio Strinati. Il poeta che scrive musica. Successivo "L'uomo venuto dallo spazio" di Priscilla Marvel